Sora: La Minoranza interviene sull’assunzione dei 5 Vigili!!!

Poco importa se con un’operazione di revisione della verità questa amministrazione cerca di nascondere la propria incapacità, come nel caso delle rotatorie considerate studi di fattibilità su strada, unico caso al mondo privo di progetto esecutivo. Ci siamo abituati, è accaduto spesso ed in modo eclatante con la gestione dell’emergenza neve: da un grave ritardo iniziale di 36 cruciali ore, con segni di sconforto e accuse isteriche ad altre forze istituzionali, ritardo costato alle casse comunali un botto di euro, si è passati all’esaltazione del modello Sora. Quello che preoccupa è la carenza di un chiaro ed ampio progetto politico ed amministrativo che possa consentire il rilancio del nostro territorio, oramai da troppo tempo relegato ai margini della nostra provincia. Siamo stanchi di assistere a decisioni assunte senza  giustificazioni razionali, che non vanno nella direzione di tutelare l’interesse generale, continuando a creare differenze tra cittadini di serie A e gli altri fuori dalla parrocchia. L’ultimo esempio che non comprendiamo riguarda la nuova assunzione di 5 vigili, a tempo determinato, senza una  procedura concorsuale ad hoc, attingendo dalla graduatoria del concorso dell’anno scorso, che aveva la finalità di selezionare i 4 vigili stagionali. Una procedura quella dell’anno scorso che non ha certo formato una graduatoria “permanente”. Riteniamo infatti che la tipologia di assunzione che si vuole mettere in atto ha effetti di contratto annuale e pertanto sarebbe stato opportuno svolgere una procedura concorsuale ad hoc. In alternativa perché non  “scorrere” la graduatoria e assumere gli altri canditati risultati idonei? Non poche dunque sembrano le ombre su questo modo di procedere, che ricalca lo stile superficiale e approssimativo di questa maggioranza. Noi riteniamo che, considerato che oltre ai fondi regionali questa assunzione pesa per  diverse centinaia di migliaia di euro su un bilancio già esangue, sarebbe stato più giusto valutare il modo tecnico e giuridico più legittimo per non escludere da questa opportunità i tanti giovani meritevoli senza lavoro. Come sempre la maggioranza procede in modo autoreferenziale senza alcuna forma di concertazione, infischiandosene delle responsabilità che cadranno sul dirigente preposto alla firma delle determine di assunzione.

 

I consiglieri
Ascione
Baratta
De Donatis
Farina
Petricca
Pontone Gravaldi